GELATO ALLO YOGURT

GELATO ALLO YOGURT

Questa ricetta fa parte di una golosa trilogia, insieme al gelato di more e mirtilli e a quello alla crema di nocciole!

L’idea di realizzare tre diversi gusti potrebbe spaventare, in realtà, giocando d’astuzia, il lavoro è risultato molto scorrevole.

Infatti, preparando in anticipo un’unica dose di latte condensato, da ripartire poi fra le tre ricette, sarà inevitabile lasciarsi prendere la mano e trasformare tutto in un gioco divertente!

INGREDIENTI:

per il gelato:

  • 170 gr di Yogurt vegetale bianco senza zucchero Sojasun;
  • 130 ml di Latte condensato vegetale;
  • 250 ml di Panna vegetale.

per il latte condensato vegetale:

  • 200 gr di Zucchero Semolato;
  • 150 ml di Latte di Soia senza zucchero;
  • 25 gr di Margarina vegetale;
  • 1 cucchiaino di Amido di mais.

per il topping di more e mirtilli:

  • 100 gr di More e Mirtilli;
  • 30 gr di Zucchero.

per la decorazione:

PROCEDIMENTO:

LATTE CONDENSATO VEGETALE

Preparare il latte condensato vegetale la sera prima, così avrà il tempo di raffreddare bene.

Versare il latte in una ciotola e stemperarvi l’amido di mais.

In un pentolino far sciogliere la margarina vegetale; aggiungere il latte con l’amido; unire lo zucchero e mescolare bene. Da quando inizia il bollore lasciar cuocere per altri 5 minuti, continuando a mescolare, finchè non si addensa.

Trasferire in una ciotola di vetro e lasciar raffreddare completamente. Coprire e riporre in frigorifero.

Con questa dose si ottengono 300 ml di latte condensato (ho usato la parte restante per fare il gelato di more e mirtilli e quello alla crema di nocciole).

GELATO ALLO YOGURT

Semimontare la panna e aggiungere lo yogurt, continuando a montare per pochi secondi.

Unire il latte condensato e amalgamare bene con una spatola: ecco fatto, il gelato è pronto!

Trasferirlo in uno stampo da plumcake o in stampi singoli; io ho usato quelli in alluminio per parrozzo da 8 cm di diametro e, con questa dose, ne ho ottenuti 6.

Lasciare rassodare in congelatore per almeno 6 ore, o meglio per una notte.

Estrarre del freezer una decina di minuti prima di servire e decorare.

Parte dei gelati li ho serviti con il topping di more e mirtilli, i frutti freschi e qualche fogliolina di menta.

I tre restanti li ho guarniti con la Nocciolata Rigoni di Asiago senza latte fatta scaldare a bagnomaria per risultare più fluida, qualche nocciole, dei pistacchi ed il cocco disidratato Noberasco, l’unico senza anidride solforosa e zuccheri.

TOPPING DI MORE E MIRTILLI

In un pentolino versare lo zucchero ed i frutti; far cuocere a fuoco dolce fino a quando lo zucchero non si sarà sciolto .

Trasferire il tutto in un frullatore e ridurre in purea, passarla al setaccio e farla raffreddare.

Versarne qualche goccia sul gelato, aggiungere i frutti freschi e la menta.

Il mio consiglio è quello di non preparare il topping con largo anticipo, nè di conservarlo il frigorifero perchè tende a rassodare.

Spero che questa ricetta ti sia piaciuta tanto da spingerti a replicarla. Qualora lo facessi, ricorda di taggarmi su Instagram con #lapulcenellorecchio.

Precedente GELATO ALLE MORE E MIRTILLI Successivo GELATO ALLA CREMA DI NOCCIOLE

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.