VENEZIANE ALLA CREMA

VENEZIANE ALLA CREMA

Le veneziane sono delle soffici e profumate brioches ricoperte di crema alla vaniglia e granella di zucchero. La particolarità consiste nel fatto che si decorano prima di essere infornate e quindi, la crema subisce una seconda cottura.

Mi sono cimentata, per la prima volta, con la preparazione di questo dolce diversi anni fa, benchè non avessi alcuna dimestichezza con i lievitati e la mia alimentazione fosse di un altro tipo; in quell’occasione ho sfornato delle veneziane divine, tanto da farle entrare di diritto nella “Top Ten” delle piatti da sfoderare per ammaliare i fortunati ospiti o far capitolare quanche ragazzo…

Riscrivere la ricetta in chiave vegetale non è stato semplicissimo, ma le veneziane restano lì, nella classifica delle preparazioni strategiche da esibire quando la situazione lo richiede…

INGREDIENTI:

PER L’IMPASTO:

  • 500 gr di Farina “00”;
  • 200 ml di Latte di Soia autoprodotto (vedi note);
  • 100 gr di Margarina vegetale;
  •  10 gr di Lievito di birra;
  • 75 gr di Zucchero semolato;
  • 5 gr di sale;
  • 2 cucchiai di Lecitina di soia + 5 cucchiai di Acqua bollente;
  • Tanto amore.

PER LA CREMA:

  • 500 ml di Latte di Soia autoprodotto (vedi note);
  • 50 gr di Farina “00”;
  • 80 gr di Zucchero semolato;
  • 1/2 Baccello di vaniglia;
  • Tanto amore.

PROCEDIMENTO con la Macchina del Pane:

Sciogliere la lecitina di soia nei 5 cucchiai di acqua bollente.

Sciogliere il lievito nel latte tiepido. Nel cestello della macchina del pane versare il latte con il levito sciolto; poi aggiungere lo zucchero, la farina ed infine il sale. Selezionare il programma “Impasto” (nel modello Kenwood BM250 corrisponde al tasto 8 della durata di un’ora e trenta minuti). Dopo pochi minuti dall’avvio della macchina, quando tutti gli ingredienti saranno amalgamati, aggiungere la margarina vegetale a tocchetti.

Terminato il ciclo di impasto, prelevare la massa, adagiarla in una ciotola capiente e coprirla con della pellicola trasparente. Lasciar lievitare per 3-4 ore.

A questo punto, formare delle palline da 120 gr l’una (con questa dose se ne otterranno 8) e procedere alla pirlatura.

Disporre le brioches su una teglia coperta da carta forno e lasciare lievitare in un luogo caldo per altre 4 ore almeno, comunque fino al raddoppio del volume.

Trascorso il tempo indicato, con le forbici da cucina “pizzicare” la superficie delle veneziane formando una croce.

Allargare delicatamente la fessura creata e inserirci 1-2 cucchiai di crema alla vaniglia. Spennellare le brioches con latte di soia tiepido e curcuma.

Infornare in forno preriscaldato a 180° per, indicativamente, 15-20 minuti.

Far raffreddare completamente.

Decorare con la granella di zucchero.

CREMA ALLA VANIGLIA

Nel frattempo che l’impasto riposa, preparare la crema alla vaniglia.

Per la ricetta ed il procedimento del latte di soia autoprodotto ti rimando a questo articolo.

In una pentola versare il latte vegetale, unire i semi estratti dalla bacca di vaniglia e la bacca stessa. Porre sul fuoco, portare dolcemente a bollore, spegnere il fuoco e lasciare raffreddare: questa procedura consentirà al latte di aromatizzarsi di vaniglia.

Dopo 30 minuti, eliminare la bacca di vaniglia dal latte e aggiungere lo zucchero; iniziare a mescolare con una frusta, unire la farina e porre sul fuoco . Portare a bollore, continuando a mescolare per evitare che la crema si attacchi sul fondo. Appena si sarà addensata, trasferirla in una ciotola e farla raffreddare coperta dalla pellicola trasparente a contatto.

NOTE:

  • Puoi sostituire il latte di soia autoprodotto con quello acquistato al supermercato: riuscirai, tranquillamente, nel tuo intento di stupire!
  • Decora con la granella di zucchero solo quando le brioches saranno sfornate e fredde.

Spero che questa ricetta ti sia piaciuta tanto da spingerti a replicarla. Qualora lo facessi, ricorda di taggarmi su Instagram con #lapulcenellorecchio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.