PULL APART BREAD

PULL APART BREAD

Nel “Menu delle feste”, proposto da Essere Animali, ho scovato questa ricetta.

Il risultato finale mi ha attratta subito: un lievitato dalla forma inusuale, da mangiare, come il nome stesso suggerisce, direttamente con le mani, pezzo dopo pezzo.

E poi, leggendo gli ingredienti, mi è sembrato di riuscire a percepire il sapore della cannella e quella sensazione dei granelli di zucchero caramellato rimasti sulle dita. Uhhhh!

Con queste premesse e sapendo che si tratta di un dolce di @sweetartisanstories, come avrei potuto non farlo?

Il risultato non ha deluso le mie aspettative; il profumo speziato ed il piacere di avere lo zucchero fra le dita sono ciò che mi ha fatto amare questo dolce e che mi spingerà a riproporlo ancora, in questi giorni di festa… fra un pandoro ed un panettone, s’intende!

INGREDIENTI :

per l’impasto:

  • 430 g di Farina di grano antico tenero;
  • 50 g di Zucchero;
  • 100 ml di Acqua;
  • 80 ml di Latte vegetale;
  • 50 ml di Olio di semi o 70 g di Burro vegetale;
  • 8 g di Lievito di Birra;
  • 1 cucchiaino di Cannella;
  • 1 pizzico di Sale.

per il ripieno:

  • 3 cucchiai di Burro vegetale;
  • 5 cucchiai di Zucchero;
  • 1 pizzico di Cannella.

per la glassa:

  • 5 cucchiai di zucchero a velo;
  • 1 cucchiaio di acqua;
  • Tanto Amore.

PROCEDIMENTO:

Sciogliere il lievito nell’acqua e nel latte tiepidi; aggiungere un pizzico di zucchero e lasciare riposare qualche minuto.

In una ciotola capiente versare la farina, lo zucchero, la cannella ed il sale.

Versare i liquidi ed iniziare ad impastare; aggiungere il burro a tocchetti e amalgamare beni tutti gli ingredienti.

Se si usa l’olio, versare prima l’acqua ed il latte e, infine, l’olio.

Lavorare l’impasto finchè non diventi liscio e morbido e non si appiccicherà più alle mani.

Mettere il panetto a lievitare, in un luogo caldo, per due orette circa.

Trascorso il tempo indicato, riprendere l’impasto e stenderlo sulla spianatoia formando un rettangolo di circa mezzo centimetro di spessore.

Ricoprirlo con uno strato di burro, una bella spolverata di zucchero ed un pizzico di cannella.

N.B.:Due possibili varianti sono  la farcitura  con marmellata o con della nocciolata senza latte. Io ti suggerisco di provare questo con il burro vegetale e lo zucchero semolato: vedrai che ti piacerà tantissimo!

A questo punto, tagliare, dal lato lungo, delle strisce di circa 5 cm l’una (io ne ho ottenute 5).

Sovrapporre tre strisce e tagliare dei quadrati di 5 cm. Ripeti la stessa operazione con le altre due strisce rimanenti.

Sistema un foglio di carta forno in una teglia da plumcake 30*11,5 cm e adagiare i quadrati uno accanto all’altro.

Il procedimento, che può sembrare complesso, è, in realtà, semplicissimo; per facilitare il lavoro, ho caricato sulle mie IGTV un video in cui illustro questi ultimi passaggi.

Riporre lo stampo a lievitare nuovamente finchè non raddoppia di volume, indicativamente un’oretta.

Preriscaldare il forno a 180° e cucocere per 35-40 minuti.

Sfornare il dolce e lasciarlo raffreddare completamente.

Preparare la glassa mischiando lo zucchero a velo con il cucchiaio di acqua; è pronta quando è liscia e fluida, senza grumi.

Versarla sul dolce e lasciare che rapprenda.

Spero che questa ricetta ti sia piaciuta tanto da spingerti a replicarla. Qualora lo facessi, ricorda di taggarmi su Instagram con #lapulcenellorecchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.