PANE DI GRANI ANTICHI E SEMI MISTI

PANE DI GRANI ANTICHI E SEMI MISTI

Sono cresciuta con mia nonna che preparava il pane in casa, una volta la settimana, per tutta la famiglia. Usava il lievito madre e la farina macinata per l’occasione: quel profumo e quella consistenza non li ho ritrovati in nessuna altra fetta assaggiata negli anni seguenti…

Così la voglia di cimentarmi, fin da piccola, nella preparazione del pane l’ho reputata una cosa naturale, benchè mi dovessi accontentare della farina confezionata e del forno elettrico.

Col tempo, poi, è sono arrivati gli stampi per fare un pane in cassetta perfetto e la macchina del pane e allora la possibilità di replicare la magia di mia nonna è diventata sembre più labile.

Si è perso l’incanto di impastare e vedere lievitare la pagnotta, di decidere quando la cottura è perfetta e anche di sbagliare e bruciare tutto…Ma tant’è! Rimane la soddisfazione di poter dire: “L’ho fatto io!”, in un contesto in cui tutto è delegato ad altri.

INGREDIENTI:

  • 400 gr di Farina Timilia;
  • 150 gr di Farina Maiorca;
  • 300 ml di Acqua;
  • 4 gr di Lievito di birra;
  • 2 cucchiai di Olio Evo;
  • 3 cucchiaini di Sale;
  • 50 gr di Semi misti (di zucca, girasole, lino, papavero e fiocchi di avena);
  • Tanto amore.

PROCEDIMENTO:

Far sciogliere il lievito nell’acqua tiepida.

Nel cestello della planetaria versare le farine, l’acqua con il lievito e l’olio.

Montare il gancio ad uncino ed avviare a velocità minima. A questo punto aggiungere il sale ed i semi misti. Impastare per 10 minuti; trasferire il panetto su una spianatoia infarinata e procedere alla pirlatura, dando una forma rotonda, se si vuole ottenere una pagnotta, o una allungata se, come nel mio caso, si opta per un pane in cassetta.

Sistemare l’impasto in una forma da plumcake da 25*11 cm, coprirlo con un telo e lasciar lievitare, al riparo da correnti, per 8-9 ore.

Trascorso il tempo indicato, preriscaldare il forno a 220°, avendo cura di porre all’interno un pentolino con dell’acqua, per rendere l’ambiente umido, e infornare il pane. Dopo i primi 10-13 minuti, abbassare la temperatura a 180° e continuare la cottura per altri 20 minuti.

Sfornare il pane di grani antichi e lasciarlo raffreddare su una gratella.

NOTE:

  • Procedimento con la macchina del pane. Far sciogliere il lievito nell’acqua tiepida. Inserire nel cestello della macchina del pane prima gli ingredienti liquidi e quindi l’acqua con il lievito e l’olio. A seguire aggiungere lo zucchero, le farine, il sale e 45 gr di semi. Selezionare l’opzione “doratura media” e il programma “cottura francese” (nel modello Kenwood BM250 corrisponde al tasto 2) della durata di tre ore e trentacinque minuti. Aggiungere i restanti 5 gr di semi sulla superficie del pane al termine dell’ultimo ciclo di impasto, indicativamente quando mancano 1h e 40 minuti alla fine della cottura. Terminata la cottura, prelevare il cestello con una presina; estrarre il pane e lasciarlo raffreddare su una gratella.

  • Se come me hai la passione per i lievitati e per le farine particolari non puoi lasciarti sfuggire il pane con farina di teff e semi misti. Trovi la ricetta e consigli utili per la lievitazione in questo articolo.

Spero che questa ricetta ti sia piaciuta tanto da spingerti a replicarla. Qualora lo facessi, ricorda di taggarmi su Instagram con #lapulcenellorecchio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Precedente ESTRATTO DI MELA E CAROTE Successivo POLPETTINE DI LENTICCHIE

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.