FILEJA CON PANE RUSTICO E OLIVE NERE

FILEJA CON PANE RUSTICO E OLIVE NERE

Ecco un’idea pratica per consumare il pane avanzato o per preparare un piatto gustoso senza sudare sette camicie. Se poi, al posto degli spaghetti o dei fusilli, scegli un formato di pasta particolare, magari una specialità regionale come i fileja calabresi o i pici senesi, allora puoi presentare questo irresistibile piatto povero anche in una cena informale.

INGREDIENTI per 4 persone:

  • 350 gr di Fileja;
  • 100 gr di Pane pugliese di qualche giorno;
  • 80 gr di Olive nere toste snocciolate;
  • 1 cucchiaio colmo di Capperi sotto sale;
  • 1 spicchio di Aglio;
  • Olio;
  • Pepe;
  • Tanto amore.

PROCEDIMENTO:

Iniziare dissalando i capperi sotto l’acqua corrente e snocciolando le olive nere (la tecnica è descritta nelle note).

Privare il pane della crosta e tagliarlo grossolanamente a cubetti; fatto ciò, trasferirlo nel boccale del mixer e frullare alla massima potenza.

In una larga padella versare abbondante olio evo; aggiungere lo spicchio d’aglio privato della camicia e farlo soffriggere. Unire le olive ed i capperi e far insaporire per qualche minuto. Aggiustare di pepe. N.B.: fai attenzione al sale: assaggia il composto poco prima di condire la pasta e decidi se è il caso di aggiungerlo; infatti, sia le olive e che i capperi hanno già il giusto grado di sapidità.

A questo punto, lessare la pasta in abbondante acqua salata, per il tempo riportato in confezione.

Mentre i fileja sono in cottura, versare il pane tritato nella padella con le olive e farlo dorare, mescolando continuamente.

Scolare la pasta e amalgamarla, ben bene, al condimento di olive. Servire calda.

NOTE:

  • Il tipo di pane adatto a questo piatto è, appunto, quello pugliese, vista la particolarità della sua mollica: soffice e alveolata. Ti sconsiglio, però, di utilizzare del pane fresco perchè assorbirebbe eccessivamente l’olio; meglio optare per il quello acquistato qualche giorno prima e lasciato seccare un po’.
  • Le olive più indicate sono quelle preparate in casa, che hanno un sapore deciso. In mancanza, puoi sostituirle con quelle tipo “nere toste” della Saclà. Per snocciolarle facilmente procedi posizionandole su un tagliere e schiacciandole leggermente con il palmo della mano. A questo punto sarà molto più agevole togliere il nocciolo (ti consiglio di eseguire questa operazione dopo aver indossato un guanto usa e getta).
  • Se devi organizzare una cena in piedi, un buon trucco, per ottimizzare i tempi, è quello di preparare diversi condimenti che leghino bene con il medesimo formato di pasta. Così dovrai monitorare un’unica pentola, senza impazzire dietro diversi tempi di cottura. Pertanto, ti suggerisco di leggere anche la preparazione dei “Fileja alla tranese”, la cui realizzazione è descritta in questo articolo. Due preparazioni semplici e gustose, tipiche della cucina del Sud Italia.

Spero che questa ricetta ti sia piaciuta tanto da spingerti a replicarla. Qualora lo facessi, ricorda di taggarmi su Instagram con #lapulcenellorecchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.