CROSTATA DI MARMELLATA

 

CROSTATA DI MARMELLATA

INGREDIENTI:

  • 250 di Farina integrale;
  • 80 gr di Zucchero di canna integrale;
  • 60 ml di Acqua fredda;
  • 60 ml di Olio di semi;
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci biologico;
  • Marmellata a piacere;
  • Tanto amore.

PROCEDIMENTO:

Partiamo miscelando lo zucchero, la farina ed il lievito. A filo unire l’olio e l’acqua, mischiando con l’aiuto di una forchetta. Trasferire il composto sulla spianatoia e impastare rapidamente con le mani. Il risultato sarà un impasto omogeneo, non appiccicoso e compatto. Avvolgerlo, dunque, nella pellicola trasparente e lasciar riposare per almeno un’ora in frigorifero.

Preriscaldare il forno a 180°.

Sulla spianatoia porre un foglio di carta forno su cui andrà adagiata la palla di frolla, una volta tirata fuori dal frigo; coprire con un altro foglio di carta forno e, con l’ausilio di un mattarello, iniziare a stendere la frolla fino a raggiungere i 4-5 millimetri di spessore. Ungere leggermente con olio di semi lo stampo prescelto (io ne ho usato uno rettangolare, antiaderente, con fondo removibile da 36*12 cm) e rivestirlo con l’impasto; bucherellare accuratamente tutto il fondo di frolla con i rebbi di una forchetta o con l’apposito attrezzo. I ritagli di frolla che avanzano costituiranno la decorazione del dolce, perciò andranno impastati velocemente e posti momentaneamente in frigorifero.

Farcire il guscio di frolla con la marmellata prescelta, avendo cura di creare uno strato omogeneo.

Riprendere dal frigorifero la frolla avanzata, stenderla fra i due fogli di carta forno e, con degli stampini da biscotti, ricavare delle forme che andranno a decorare il dolce. Sbizzarrisciti con la fantasia!

Infornare a 180° per 30-40 minuti.

NOTE:

  • Il colore più scuro della frolla deriva dagli ingredienti che ho scelto, ovvero lo zucchero di canna e la farina integrale. Ti invito, se non lo conosci, a provare questo connubio che dà vita ad una frolla rustica dal sapore antico.
  • Presta attenzione alla grandezza dello stampo che adoperi, se hai intenzione di fare il classico reticolato a losanghe come guarnizione della crostata. In questo caso ti consiglio di fare mezza dose in più, altrimenti puoi ripiegare, come ho fatto io, su decorazioni alternative!

Spero che questa ricetta ti sia piaciuta tanto da spingerti a replicarla. Qualora lo facessi, ricorda di taggarmi su Instagram con #lapulcenellorecchio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.